comitatopassicarrai.org

Statistiche

Utenti : 9034
Contenuti : 618
Tot. visite contenuti : 257117
» Home Documentazione Articoli Genova. Passi carrai: “Tariffe Anas troppo care” .
Genova. Passi carrai: “Tariffe Anas troppo care” . PDF Stampa E-mail
Lunedì 17 Ottobre 2011 00:00

Passi carrai: “Tariffe Anas troppo care”

Dall’ufficio stampa del Consiglio regionale riceviamo e pubblichiamo la cronaca relativa ai canoni Anas dei passi carrai

Giancarlo Manti (Partito Democratico) ha illustrato un’interrogazione sui canoni Anas dei passi carrai. Manti ha domandato alla Giunta quali iniziative intenda assumere, anche d’intesa con altre Regioni, nei confronti dell’Anas e del Governo per modificare profondamente l’attuale regime dei canoni per gli accessi alle strade Anas, che prevede il pagamento di cifre troppo elevate per i cittadini interessati.

«Negli ultimi anni l’Anas ha applicato un sistema di determinazione dei canoni relativi ai passi carrai, che ha avuto come conseguenza un aumento molto elevato delle cifre a carico degli utenti accompagnato da una notevole differenziazione dei canoni medesimi – ha detto Manti – Il problema ha riguardato tutti i passi carrai sia per le case di civile abitazione, sia per le attività economiche. L’aumento dei canoni è conseguenza dell’applicazione di una serie di parametri di calcolo che collegano il canone all’attività del soggetto richiedente, fra i quali inoltre è previsto un coefficiente di maggiorazione, da uno a cinque, a seconda della collocazione territoriale della strada interessata. Questo comporta disparità fra aziende e aziende, e fra famiglie e famiglie. A seguito delle proteste degli utenti in più parti d’Italia, si è costituito un gruppo di lavoro, presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per avanzare proposte tese a superare la situazione che si è determinata e per definire parametri di calcolo che siano rispondenti ai principi di ragionevolezza e proporzionalità. Tuttavia ad oggi non è stato emanato dal Governo alcun atto o norma che possa superare uno stato di cose negativo e penalizzante per gli utenti».

Ha risposto l’assessore alle Infrastrutture, Raffaella Paita: «I canoni per gli accessi carrai stabiliti dall’Anas sono nazionali e stabiliti dalla Direzione centrale. Vengono calcolati in base alla tipologia dell’accesso, privato, commerciale, industriale. In base all’importanza della strada e del luogo, e alle loro caratteristiche tecniche: lunghezza, larghezza, numero di posti auto interessati. Tutti questi dati vengono inseriti in un computer che, con un apposito software, calcola il canone. Sulla base della sollecitazione, raccolgo lo spirito dell’interrogazione e manifesto la mia disponibilità a sollecitare un tavolo a livello nazionale. A livello locale ho avuto modo di riscontrare, in svariate occasioni, spirito collaborativo del compartimento ligure anche su questo tema».

Manti si è dichiarato soddisfatto per la riposta dell’assessore Paita.