comitatopassicarrai.org

Statistiche

Utenti : 10963
Contenuti : 623
Tot. visite contenuti : 277000
» Home
Contributo straordinario per spese legali PDF Stampa E-mail
Scritto da Gardenal Pierangelo   
Martedì 17 Marzo 2015 08:19
stopbollett
Ultimo aggiornamento Martedì 17 Marzo 2015 09:33
 
Avviso incontro 21 marzo 2015 a Taglio di Po PDF Stampa E-mail
Scritto da Gardenal Pierangelo   
Venerdì 13 Marzo 2015 07:31
incontro
 
Roma. Emendamenti presentati nel milleproroghe il 22/01/2015 e bocciati dal Governo. PDF Stampa E-mail
Scritto da Gardenal Pierangelo   
Lunedì 16 Febbraio 2015 00:00

Curiosità!

Questo è il sentimento che ci coglie nel leggere gli emendamenti presentati ma bocciati dal governo con atto della camera 2803. Testi che trovate in allegato….

 

Curiosità perché sarebbe interessante capire e dibattere le motivazioni che hanno indotto ignote figure a presentare osservazioni che di logica hanno ben poco!

Unica nota “positiva” è che forse ci si potrebbe rallegrare (o rattristare!) dal fatto di vedere che nell’incompetenza e nella scelleratezza i “nostri rappresentanti politici” sono bipartisan!!

Potremmo comunque dividere in 2 “correnti di pensiero” le proposte lette:

dei Signori Onorevoli Latronico Cosimo e Ciracì Nicola.

La lettura delle loro proposte potrebbe essere presa a manifesto della situazione del nostro paese.

IMMOBILISMO TOTALE!

Una naturale, vergognosa, sistematica abitudine a PRO-CRA-STI-NA-RE.

Parola quest’ultima che ha una “radice” comune con “CA-STRA-RE”!

Così è! Senza nessuna sensata ragione, si chiedeva di spostare ancora in avanti la soluzione del problema. E’ la cronica malattia del non voler mai affrontare la situazione. Un indice grave della corrente di pensiero che caratterizza chi, malamente ci guida, e che dovrebbero mettere in campo gli “ATTRIBUTI” per guidare un Paese fuori dalla retrocessione che ci affligge!

 

del Signor Onorevole Gandolfi Paolo.

A questo Signore crediamo semplicemente si dovrebbero inoltrare alcuni avvisi di pagamento!

O magari, generosamente, cedergli qualche partecipazione nelle nostre attività o semplici proprietà. Forse capirebbe che ciò che fino ad oggi ci è stato chiesto di pagare è una grave, ripetuta e forzata stortura della libertà delle persone, delle famiglie, delle imprese e della libera concorrenza.

 

Il Comitato a nome di tutti gli iscritti ringrazia i Signori sopra per l’attenzione che hanno prestato al nostro gratuito lavoro dedicato negli anni per rimediare ad una situazione iniqua e insostenibile.

Ci rendiamo disponibili a ricevere e pubblicare le motivazioni che hanno suggerito ai sopracitati le proposte avanzate.

I rappresentanti TUTTI del

Comitato Passi Carrai

 

EMENDAMENTI PRESENTATI MA BOCCIATI DAL GOVERNO

Atto Camera 2803 del 22/01/2015

Proposta emendativa 8.23. nelle Commissioni riunite I-V in sede referente riferita al C. 2803
pubblicata nel Bollettino delle Giunte e Commissioni del 22.01.2015

Sostituire il comma 4 con il seguente:
4. All'articolo 55 della legge 27 dicembre 1997, n. 449, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) ai commi 23-bis, 23-ter e 23-quinquies le parole: «31 dicembre 2014» sono sostituite dalle seguenti: «31 dicembre 2015»;
b) al comma 23-bis le parole: «1° gennaio 2015» sono sostituite dalle seguenti: «1o gennaio 2016»;
c) al comma 23-quater le parole: «28 febbraio 2015» sono sostituite dalle seguenti: «30 giugno 2015»;
d) al comma 23-octies le parole: «30 giugno 2015» sono sostituite dalle seguenti: «30 giugno 2016».


Latronico Cosimo FORZA ITALIA BASILICATA


Proposta emendativa 8.29. nelle Commissioni riunite I-V in sede referente riferita al C. 2803
pubblicata nel Bollettino delle Giunte e Commissioni del 22.01.2015

Sostituire il comma 4 con il seguente:
4. All'articolo 55 della legge 27 dicembre 1997, n. 449, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) ai commi 23-bis, 23-ter e 23-quinquies le parole: «31 dicembre 2014» sono sostituite dalle seguenti: «31 dicembre 2015»;
b) al comma 23-bis le parole: «1° gennaio 2015» sono sostituite dalle seguenti: «1° gennaio 2016»;
c) il comma 23-quater è soppresso;
d) al comma 23-sexies, dopo le parole: «non si applica» sono inserite le seguenti: «agli accessi industriali e commerciali nonché»;
e) al comma 23-octies le parole: «30 giugno 2015» sono sostituite dalle seguenti: «30 giugno 2016».


Ciracì Nicola FORZA ITALIA PUGLIA



Proposta emendativa 8.104. nelle Commissioni riunite I-V in sede referente riferita al C. 2803
pubblicata nel Bollettino delle Giunte e Commissioni del 22.01.2015

Dopo il comma 4 aggiungere il seguente:
4-bis. All'articolo 55 della legge 27 dicembre 1997, n. 449, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) il comma 23-quater è soppresso;
b) al comma 23-quinquies:
1) al primo periodo, le parole: «in un'unica soluzione» sono soppresse;
2) l'ultimo periodo è soppresso;
c) al comma 23-sexies:
1) dopo le parole: «non si applica» sono inserite le seguenti: «agli accessi industriali e commerciali nonché»;
2) le parole: «23-quater» sono soppresse;
d) al comma 23-septies, le parole: «23-quater» sono soppresse.


Gandolfi Paolo PD EMILIA ROMAGNA



Ultimo aggiornamento Lunedì 09 Marzo 2015 09:43
 
Roma. Testo definitivo pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 11/11/2014. PDF Stampa E-mail
Scritto da Gardenal Pierangelo   
Mercoledì 12 Novembre 2014 00:00

«Art. 16-bis. - (Disciplina degli accessi su strade affidate alla gestione  della  societa'  ANAS  Spa). -  1.   Dopo   il   comma   23 dell'articolo 55 della legge 27 dicembre 1997, n. 449, sono  inseriti i seguenti:

 

"23-bis. Per  gli  accessi  esistenti  su  strade  affidate  alla gestione della societa' ANAS Spa alla data del 31 dicembre 2014, gia' autorizzati dalla medesima societa', a decorrere dal 1º gennaio  2015 non e' dovuta alcuna somma fino al rinnovo  dell'autorizzazione.  Per il rinnovo si applica la disciplina prevista dal decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti di cui al comma 23-quinquies.

 

23-ter. Per gli accessi esistenti alla data del 31 dicembre  2014 e privi di autorizzazione, la societa' ANAS Spa, a seguito di istanza di regolarizzazione da parte del titolare dell'accesso, provvede alla verifica delle condizioni  di  sicurezza  e  determina,  in  base  ai criteri contenuti nel decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti di cui al comma 23-quinquies, la somma da corrispondere  in unica soluzione ai fini del rilascio dell'autorizzazione.

 

23-quater. Le somme dovute e non corrisposte  alla  data  del  31 dicembre 2014 in base alla disciplina in vigore  fino  alla  predetta data sono ridotte nella misura del 70 per cento, a condizione che  il versamento avvenga in un'unica soluzione, ovvero nella misura del  40 per cento in nove rate annuali, oltre agli interessi legali. Entro il 28 febbraio 2015, la societa' ANAS Spa invia la richiesta di  opzione ai titolari degli accessi fissando il termine di sessanta giorni  per il versamento dell'intero importo ovvero della prima rata.

 

23-quinquies.  Per  i  nuovi  accessi   la   cui   richiesta   di autorizzazione e' presentata successivamente al 31 dicembre  2014  e' dovuta, ai fini del rilascio dell'autorizzazione, esclusivamente  una somma, da corrispondere alla societa' ANAS Spa in un'unica soluzione, determinata in base alle modalita' e ai criteri fissati  con  decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti da emanare entro il 31 dicembre 2014. Tale somma non puo' superare l'importo  del  canone esistente prima della data di entrata in vigore della presente legge, aggiornato in  base  agli  indici  dei  prezzi  al  consumo  rilevati dall'Istituto nazionale di statistica.

 

23-sexies.  La  disciplina  di  cui  ai  commi  23-bis,   23-ter, 23-quater e 23-quinquies non si applica agli accessi commerciali  con impianti di distribuzione di carburanti annessi ne'  agli  accessi  a impianti di carburanti.

 

23-septies. Alle eventuali minori entrate della societa' ANAS Spa conseguenti all'attuazione dei  commi  23-bis,  23-ter,  23-quater  e 23-quinquies si  provvede  nell'ambito  delle  risorse  previste  dal contratto di programma - parte servizi.

 

23-octies. La societa' ANAS Spa  provvede,  entro  il  30  giugno 2015, al censimento di tutti gli accessi, autorizzati e no, esistenti sulle  strade  di  propria  competenza,  al  fine  di  garantire   le condizioni  di  sicurezza   della   circolazione   anche   attraverso l'eventuale chiusura degli accessi abusivi, e ne trasmette gli  esiti al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti".

Ultimo aggiornamento Mercoledì 26 Novembre 2014 16:50